Crea sito

Cloverland Cooking

Il blog di ricette espresse e creative!

Da tanto tempo avevo voglia di rifarli, i classici biscotti allo yogurt, sempre buoni e morbidi da mangiare in ogni occasione!

Ho approfittato di questa fredda e ventosa serata domenicale per prepararli e farli assaggiare domattina alla mia bambina che adora lo yogurt  :)

Ingredienti

250 g di farina 0

90 g di zucchero di canna

250 g di yogurt bianco intero

1/2 bustina di lievito per dolci

Preparazione

Mescolare lo yogurt con lo zucchero e aggiungere la farina e il lievito. Una volta ottenuto un composto omogeneo, metterlo dentro una tasca da pasticcere e formare i biscotti su una teglia rivestita di carta da forno.

Infornare 15/20 minuti in forno preriscaldato a 180°…sniff sniff che profumino!

biscotti yogurt

Per la festa di compleanno a sorpresa di mio marito, volevo preparare un dolce cioccolatoso veloce (da preparare all’ultimo momento senza farmi accorgere) e facile da nascondere 😀

La ricetta che ho scelto è di questo strepitoso rotolo goloso di cioccolato e panna, che ha fatto letteralmente impazzire gli invitati e, soprattutto, il festeggiato!!!

Ingredienti

Per la base

300 g di Pandistelle (o biscotti al cioccolato similari)

100 ml di latte

50 g di zucchero a velo

1 cucchiaio di cacao amaro

Per la crema

150 ml di panna zuccherata da montare

2 cucchiai abbondanti di crema di nocciole

crema di nocciole da spalmare all’interno

Preparazione

Tritare i biscotti nel mixer fino a ridurli in polvere, aggiungere lo zucchero a velo, il latte, il cacao e mescolare fino ad ottenere un composto modellabile con le mani.

Avvolgerlo nella pellicola e conservarlo in freezer per almeno mezzora.

Nel frattempo si prepara la crema mescolando la crema di nocciole con la panna montata.

Trascorso il tempo, estrarre la base dal freezer, metterla tra due fogli di carta da forno e col mattarello stenderla fino ad ottenere uno spessore di circa 1 cm ed una forma più o meno rettangolare, aiutandosi anche con le mani.

Spalmare sopra la crema precedentemente preparata e cospargere a fili la crema di nocciole, dopodiché arrotolare, aiutandosi con la carta da forno.

Riporre in freezer per un’altra ora per far prendere la forma.

Al momento di servire tagliare a fette: l’effetto sorpresa sia per gli occhi che per il palato è garantito!

Oggi è il 1° compleanno della mia cucciola e ho pensato di farle spegnere la sua prima candelina su un dolcetto che potesse mangiare anche lei!

Prima di tutto era per me fondamentale che non ci fosse lo zucchero. Seconda preferenza…che fosse un dolce a forma di MUFFIN!!! Le mie ricerche si sono fermate non appena mi sono imbattuta in questa grandiosa ricetta che vi invito a provare: consistenza soffice,  gustosi, dolci…a questi muffins sembra proprio non mancare niente (tanto meno lo zucchero)!!! Provare per credere 😉

Mia figlia lo ha approvato a pieni voti (ma non solo lei), e ha mangiato felice il suo dolce di compleanno fatto apposta per il suo giorno da protagonista!!!  

Ingredienti (per circa 8 muffins)

100 g di farina integrale

140 g di farina tipo 0

1 uovo 80 ml di olio EVO

80 ml di concentrato di mela

200 ml di succo di mela

1/2 bustina di lievito

1 piccola mela

Preparazione (20 minuti)

Tagliare a fettine sottili una mela piccola, che metteremo poi sopra ogni muffin prima di infornare.

Mescolare in un recipiente tutti gli ingredienti secchi (le farine e il lievito) e in un’altra ciotola gli ingredienti umidi (il succo di mela, l’olio, il concentrato di mela e l’uovo).

Quindi unire gli ingredienti umidi a quelli secchi e mescolare bene fino ad ottenere la consistenza di una crema omogenea.

Versare il composto nello stampo per muffin e decorare con le fettine di mela preparate precedentemente, prima di infornare per circa 20 minuti a 180°.

DSC_4472

Per un antipasto ad effetto, bello da vedere, gustoso da mangiare e pronto in pochissimo tempo, ho scoperto questi invitanti budini di parmigiano. Dopo i cestini, sono diventati il mio secondo antipasto preferito!

Ingredienti (per 4 persone)

100 ml di panna da cucina

120 g di parmigiano

4 tuorli d’uovo

pesto al basilico

pepe nero

Preparazione (20 min)

Sbattere i 4 tuorli e mescolarli al parmigiano, unendo un pizzico di pepe e la panna da cucina.

Una volta amalgamato il tutto, versare il composto negli stampini (io ho utlizzato quelli in silicone, leggermente imburrati) e cuocere a bagno maria per circa 20 minuti.

Lasciar raffreddare e capovolgere sul piatto da portata, decorando con qualche fetta di prosciutto crudo, il pesto e qualche scaglia di parmigiano.

La ricetta originale, da cui ho tratto spunto con qualche modifica, la trovate qui.

Budini di parmigiano

 

Ho trovato questa ricetta di torta salata con melanzane molto particolare e buona. Ottima per portare in tavola un antipasto estivo diverso dal solito!

Ingredienti

1 pasta brisée

1 uovo

50 g di parmigiano grattugiato

2 melanzane

2 pomodori

3 cucchiai di pangrattato

1 cucchiaino di zucchero

150 g di pesto

2 cucchiai di olio EVO

1 pizzico di Sale

1 pizzico di pepe

1 pizzico di noce moscata

Preparazione

Lessare le melanzane per circa 10 minuti. Scolarle e tritarle.

Sbollentare i pomodori, tagliarli a pezzetti dopo aver tolto la buccia e farli scolare per qualche minuto, prima di tritarli nel frullatore.

Aggiugere i pomodori le melanzane tritate precedentemente, l’uovo sbattuto di cui lasceremo una parte per spennellare la torta prima di infornarla, i 3/4 del formaggio, un po’ di noce moscata se piace, 2 cucchiai di pangrattato, il pizzico di zucchero e di pepe. Il tutto dovrà essere ben amalgamato.

Stendere la pasta brisée su una teglia da forno e bucherellarla con la forchetta, riempirla e richiudere i bordi della pasta verso l’interno.

Unire il formaggio rimasto e il pangrattato e cospargerli in superificie. Prima di infornare a 180° per circa 25 minuti, spennelare i bordi della torta con l’uovo messo da parte.

Facile, no? :)

Questa ricetta è perfetta per chi va matto per il sapore dell’avocado e vuole gustarlo in un modo sfizioso e originale!

Un piatto unico semplice, veloce e colorato…una delizia per il palato!

Ingredienti (per 2 persone):

1 avocado

100 g di salmone affumicato

1/2 limone

sale

pepe

1 spicchio d’aglio

125 g di farina di grano saraceno

250 ml di latte

1 uovo

olio

burro

Preparazione (20 min):

Versare in una ciotola capiente il latte (io ho utilizzato il latte di soia), un pizzico di sale, l’uovo e setacciare la farina. La consistenza del composto dovrà essere liquida ma densa.

Nel frattempo tagliare a fettine sottili sia il salmone che l’avocado e metterli in una ciotola a marinare con il succo del limone, lo spicchio d’aglio, un pizzico di sale, pepe e olio.

Si può poi preparare una salsa spremendo il limone rimasto ed aggiungendo un pezzettino d’aglio, l’olio, il sale e il pepe.

Scaldare la padella e versare una cucchiaiata del composto dei pancakes; non appena si formano delle bollicine sulla superficie, girare il pancake e lasciare altri 2 minuti circa. Proseguire così fino ad esaurimento del composto.

Infine, disporre al centro di ogni pancake il salmone e l’avocado marinati. Arrotolare a mo’ di piadina e…addentare!!! 😀

Quest’anno sono 31, e li compio proprio il giorno di Pasqua!

Ci vuole proprio una torta ad hoc per questi doppi festeggiamenti e, poiché sono io stessa la pasticcera della mia torta di compleanno, ho cercato una ricetta che mettesse insieme tutti i miei ingredienti preferiti: cioccolato, fragole e panna!

Per la base della torta ho preso spunto da questa ricetta di Mysia che ho personalizzato con un tocco cioccolatoso 😉

Il risultato è stato veramente all’altezza del doppio evento, e anche gli invitati hanno dimostrato di aver apprezzato considerato che hanno lasciato solo le briciole :) Ecco la ricettina…

Ingredienti

Per la base:

100 g di burro

150 g di zucchero

3 uova

1 pizzico di sale

150 g di farina

120 g di fecola di patate

1 bustina di lievito per dolci

75 ml di latte

gocce di cioccolato

Per la decorazione:

200 g di cioccolato fondente

50 g di burro

fragole a piacere

200 ml di panna fresca da montare

Preparazione

Lavorare il burro ammorbidito con lo zucchero fino ad ottenere una consistenza cremosa.

Aggiungere un uovo alla volta, il sale e montare con una frusta elettrica. Unire quindi la farina e la fecola a pioggia, continuando a lavorare con la frusta. Aggiungere quindi al composto il latte in cui avrete mescolato il lievito per dolci. Mescolare il tutto integrando anche le gocce di cioccolato (tocco peccaminoso in più ;))

A questo punto, versare l’impasto in uno stampo da torta di circa 22 cm e infornare in forno già caldo a 180° per circa 30 minuti. Per verificare la cottura del dolce, infilare uno stuzzicadenti al centro della torta: se estraendolo è pulito, la torta è pronta!

E’ arrivato il momento di pensare alla decorazione. Quindi procedere con la preparazione della glassa di cioccolato: mettere a sciogliere a bagno maria il cioccolato fondente con il burro. Una volta fuso, versarlo sulla superficie della torta e, una volta intiepidito, mettere in frigo per 1 oretta fino che il cioccolato non si sia solidificato e si sia formata una crosticina croccante.

Poco prima di servire la torta agli affamati commensali, tagliare in quarti le fragole e disporle a fantasia sulla superficie cioccolatosa, alternando con fiocchi di panna che avrete montato precedentemente. Questo è il mio risultato!

torta di compleanno fragole e cioccolato

Io adoro la pasta sfoglia  e le torte salate e sono sempre alla ricerca di ricette nuove ed originali che mi permettano di variare sul tema: qui vi propongo uno strudel con rape e patate, un piatto ricco e saporito da servire come antipasto “rinforzato” per una cena o un pranzo un po’ rustici.

Ingredienti (per 4 persone)

1 confezione di pasta sfoglia rettangolare

100 g di scamorza (o provolone)

1 scalogno

1/2 kg di rape

1/2 kg di spinaci

2 patate

60 g di burro

2 rametti di salvia e timo

sale

pepe

Procedimento

Pulire le rape e gli spianci, lavarli e farli appassire con la sola acqua di vegetazione in una pentola.

Sbucciare e tritare finemente la cipolla e farla rosolare 3 minuti in padella con 30 g di burro; aggiungere qualche cucchiaio di acqua e mescolare con un cucchiaio di legno. Aggiungere le rape e gli spinaci strizzati, salare e pepare e far insaporire per 10 minuti.

Lavare intanto le patate e lessarle per circa 10 minuti: devono rimanere compatte.

Accendere il forno a 180°. Stendere la pasta sfoglia bucherellarla con la forchetta. Stendere quindi sulla pasta il ripieno di rape e patate preparato precedentemente. Cospargere poi con le patate grattugiate e coprire con il formaggio a scaglie.

Avvolgere quindi la pasta in un rotolo, sigillare i bordi e, dopo aver messo al centro della teglia una tazza rivestita d’alluminio, disporre il ritolo a ciambella intorno alla tazza, praticando dei tagli ogni 2 cm circa lasciando attaccata la parte interna vicina alla tazza.

Infornare circa 30 minuti e, una volta sfornato, trasferire su un piatto da portata. Poco prima di servire, spenellare con il burro rimasto fatto rosolare con le foglie di timo e salvia.

strudel con rape e patate

Ad Erice c’è una pasticceria storica ormai rinomata in tutto il mondo, la cui proprietaria, la signora Maria Grammatico è un nome che entrerà nella storia dell’arte pasticcera.

Ho origini siciliane, e  le genovesi ericine – dolcetto tipico della città di Erice in provincia di Trapani – mi ricordano la mia infanzia e le mie estati passate in Sicilia con i miei nonni,  i profumi e i colori di questa terra a cui sono così legata e che amo e nella quale torno sempre con immensa gioia.

Tra le tappe fisse, quando ritorno in Sicilia, non può sicuramente mancare un giro nella cittadina di Erice, un gioiellino incantevole in cui il tempo sembra essersi fermato e pare di vivere in un’altra dimensione passeggiando tra le stradine di pietra liscia piene di piccole botteghe di artigianato locale.

Così come mi è impossibile non fare una sosta (o due, o più?) alla pasticceria di Maria Grammatico dove vetrine tentatrici mostrano sfacciate dolci di ogni tipo e ogni forma e, tra questi, le mie adorate genovesi!!!

Ebbene, dopo aver passato anni ed anni a mangiare questi dolci ripieni di crema pasticcera, mi sono decisa a mettermi alla prova e preparare le mie prime genovesi, seguendo ovviamente la ricetta originale della signora Grammatico (con qualche piccola variazione)!

Il risultato? I miei nonni (trapanesi) si sono leccati ben bene i baffi e anch’io sono rimasta molto soddisfatta della mia creazione!

Eccovi la ricetta e la foto-ricordo  :)

Ingredienti (per circa 9 dolci)

Per la pasta frolla

125 g di farina di grano duro
125 g di farina tipo 00
80 g di zucchero
100 g di burro tagliato a pezzi
2 tuorli d’uovo
Qualche cucchiaio di acqua fredda

Per la crema pasticcera

1 tuorli d’uova
70 g di zucchero
20 g amido (di grano o di mais)
250 ml di latte

Preparazione

Per la crema. In un tegame, sbattere insieme il tuorlo e lo zucchero con una forchetta. Sciogliere l’amido in mezzo bicchiere del latte, poi aggiungerlo al latte rimanente, mescolando bene. Versare il tutto lentamente nel tegame con i tuorli, mescolando bene con un cucchiaio di legno. Variazione: a questo punto andrebbe aggiunta la scorza d’arancia, ma io ho preferito sostituire questo passaggio versando qualche goccia di essenza di vaniglia.
Cuocere a fiamma bassa, mescolando continuamente, per 10-12 minuti finché non diventi molto spesso, della consistenza di un budino. Una volta raggiunta la consistenza desiderata, togliere dal fuoco e lasciare raffreddare.

Per la frolla. Mescolare le due qualità di farina e lo zucchero in una terrina grande. Aggiungere i pezzetti di burro e incorporare schiacciando con un cucchiaio o con due coltelli. Incorporare i tuorli uno alla volta, e aggiungere tanta acqua quanto basta perché la pasta si riprenda. Versare su una superficie infarinata e formarne una palla. Maneggiare la pasta finchè non sarà liscia e si staccherà facilmente dalle mani. Avvolgere quindi la palla con la pellicola e lasciarla riposare in frigo per almeno 30 minuti prima di stenderla.

Per le genovesi. Con le mani arrotolare la pasta in filoncini di 2 cm di diametro. Tagliare in pezzi lunghi 8 cm e stendere ciascuno con il matterello per formare rettangoli di 15 x 10 cm e spessore di ½ cm circa. Mettere 2 cucchiai di crema al centro di ogni rettangolo, ripiegare l’altra metà, e premere tutto attorno ai bordi con le dita. Tagliare a cerchietto con uno stampino, un bicchiere o un tagliapasta. Sistemare i dolcetti su una teglia a distanza di circa 2,5 cm mentre si fa riscaldare il forno a 220° C. Informare e far dorare nel forno circa 7 minuti. Trasferire quindi su una griglia e spolverare con zucchero a velo.

Mangiatele ancora tiepide…sono ancora più buone!!!

genovesi ericine

genovesi ericine

una fetta

Vi piacciono le more? Oltre ad essere di stagione vale la pena comprarle per preparare questa torta morbida con cocco e more!

Una bontà :)

Ingredienti (per 6 persone):

300 g di more

100 g di ricotta

100 ml di panna fresca

2 uova

80 g di zucchero

100 g di cocco grattugiato

menta fresca

zucchero a velo (opzionale)

Preparazione (15 minuti):

Lavare le more, scolarle e tamponarle delicatamente.

Sbattere in una ciotola le uova con lo zucchero fino a renderle gonfie e spumose. Incorporate la panna continuando a lavorare con la frusta.

Aggiungere la ricotta poco alla volta, incorporandola dal basso verso l’alto. Aggiungere il cocco grattugiato, amalgamando gli ingredienti.

Preriscaldare il forno a 170° e rivestire una teglia da forno con carta forno bagnata e strizzata (io ho utlizzato uno stampo da plum cake).

Versare l’impasto e distribuirvi sopra le more facendole anche affondare.

A questo punto informare 25 minuti. Sfornare il dolce e, al momento di servire, decorarlo a piacere con lo zucchero a velo e foglioline di menta.

E’ o non è il dessert perfetto per una cena da fine estate?

torta morbida con cocco e more

torta morbida con cocco e more

una fetta

una fetta